PREMESSA

Secondo gli studi attualmente disponibili il virus Covid-19 risulta più sensibile alle seguenti tipologie di detergenti utilizzati nella disinfezione degli ambienti:

1. Prodotti a base di etanolo (alcol)

2. Prodotti a base di cloro (candeggina)

3. Prodotti a base di perossido di idrogeno (ossigeno attivo)

VANTAGGI

I suddetti prodotti/detergenti si presentano in forma liquida, quindi facilmente utilizzabili nel lavaggio e nell’irrorazione di superfici e non richiedono particolari accorgimenti protettivi per l’operatore, ad esclusione ovviamente di MASCHERINA e GUANTI nel lavaggio, ai quali aggiungere OCCHIALI PROTETTIVI in caso di irrorazione.

SVANTAGGI

A prescindere dall’efficacia, alcune persone possono non gradire il permanere dell’odore di alcol o di cloro dopo l’intervento. In questi casi può essere preferibile l’utilizzo di prodotti con perossido di idrogeno che ha all’inizio un odore un po’ pungente – sebbene non così fastidioso – ma dopo poco sparisce. Va considerato inoltre che il perossido di idrogeno ha un forte potere disodorante, oltre che essere un valido prodotto se spruzzato ad esempio dentro le scarpe o in aggiunta al detersivo da bucato per igienizzare la biancheria.

PROCEDURA

Lavare le superfici per rimuovere lo sporco e la polvere grossolani e successivamente procedere con il lavaggio a umido con la soluzione di acqua e disinfettante. Se trattasi invece di superfici sottoposte a pulizia ordinaria, si può procedere direttamente con il lavaggio con prodotto detergente/disinfettante. Per pulizia a umido (o lavaggio) non s’intende il bagnare le superfici in grande quantità, quanto il passare su tutte le superfici con panni (suggerita la microfibra e non il cotone) imbevuti e strizzati.Per ambienti più estesi oppure dove si prevede la frequentazione di più persone, oppure dove siano presenti arredi, si consiglia di procedere anche con l’IRRORAZIONE. Classici esempi in proposito possono essere un’aula scolastica, sale d’attesa, locali di culto, sale riunione, oppure ancora locali di ritrovo per circoli e associazioni di vario genere.In questo caso si proceda prima con l’irrorazione degli arredi e del pavimento mediante nebulizzatori, il successivo risciacquo con SOLA ACQUA dopo alcuni minuti (basterà passare il panno bagnato e strizzato) prima sugli arredi e poi sul pavimento. Se l’irrorazione fosse problematica per l’eccesso di soluzione che si va a depositare sulle superfici mediate i normali spruzzatori o con gli irroratori a pressione utilizzati in agricoltura, l’alternativa è la diffusione mediante appositi macchinari che NEBULIZZANO il prodotto, creando di fatto una nebbiolina umida che presenta gocce micronizzate.

NOTA: In caso di presenza di tessuti, quadri, legno antico è sconsigliato l’utilizzo di prodotti a base cloro per evitare le scoloriture. In caso di legno inoltre è sconsigliato l’utilizzo di percentuali eccessive di alcol che potrebbero portare alla secchezza delle fibre del legno. L’utilizzo di perossido di idrogeno non presenta controindicazioni per l’utilizzo su tessuti e legno.